#CMconsiglia, 12 – Guglielmo Tell

#12 – Guglielmo Tell

Il 18 novembre 1307, l’abile cacciatore Guglielmo Tell scagliò quella famosa freccia, colpendo una mela posta sulla testa del figlio. Ma perchè lo fece? Cosa narra la leggenda?

 

La scuola negata alle bambine

Secondo l’ultimo rapporto di One ogni giorno a 130 milioni di bambine viene negata la possibilità di avere un’istruzione. Mancanza di scuole, difficoltà nel raggiungerle, mancanza di insegnati o materiale scolastico sono alcune tra le cause di questa situazione, ma influisce molto anche come sia vista da un punto di vista sociale e culturale l’istruzione delle bambine. In molti paesi il ruolo delle bambine è quello di rimanere in casa per aiutare le madri ad accudire gli altri figli oppure per andare a procurare legna e acqua; compiti che di solito comportano camminate di chilometri e che spesso mettono a rischio la vita delle bambine.

Oltre a questo articolo vogliamo segnalare che sul numero di novembre della rivista “Le Scienze” è presente un altro articolo molto approfondito sullo stesso argomento. Inoltre, tutta la rivista questo mese presenta articoli che vanno ad approfondire le questioni che riguardano la scienza e la parità di genere: rapporto tra donne e scienza, sesso biologico ed identità di genere, squilibri demografici.

Articolo

 

Un quadro per Giulia

Con l’arte si veicolano messaggi, si crea bellezza e si possono portare avanti valori e modelli culturali, ma soprattutto l’arte è una forma di libera espressione, è una via d’accesso alle proprie emozioni e di fatti da sempre è  portatrice di libertà.

Una copia di “The Problem We All Live With” di Norman Rockwell del 1964 (!) è stata donata a Giulia, la bambina vittima della violenza xenofoba su di un autobus a Torino negli scorsi giorni. Un quadro, un simbolo, che grida a ciascuno di noi più di quanto si possa fare con mille parole.

Articolo

 

Ciao ciao, mondiali

La mancata qualificazione dell’Italia alla fase finale dei mondiali in Russia nel 2018 é stata (comprensibilmente) vissuta come una tragedia nazionale. Ad argomentare il linciaggio nei confronti del (vero) ct azzurro, 60milioni di (improvvisati) ct hanno costruito le più diverse interpretazioni per un unico fine: addossare la colpa a qualcuno. Da Renzi agli stranieri, dal capitalismo agli stranieri, dal magna magna agli stranieri, dalla mancata approvazione del ius soli agli stranieri.

Articolo

 

Venduto l’ultimo Leonardo

Arte. Il “Salvator Mundi”, l’ultimo dipinto di Leonardo da Vinci in mano a privati, è stato  venduto all’asta per 450 milioni di dollari: è l’opera più cara della storia.

Articolo

 

Difesa europea

Ventitre Stati membri d’accordo per maggiore integrazione. Mogherini: “Una giornata storica”. Pinotti: “Percorso iniziato con una lettera a quattro firmata anche da Italia. In pochi mesi fatta più strada che nei decenni precedenti”.

Articolo

 

Uno scrittore indiano sul cambiamento climatico

“Quando parlo di grande cecità mi riferisco al fatto che non riusciamo ad accettare alcune previsioni molto semplici fatte dagli scienziati sul cambiamento climatico. Siamo circondati da disastri e catastrofi, ma nell’accordo sul clima di Parigi non si usano mai queste parole”. Amitav Ghosh, intervistato al festival di Internazionale, spiega perché la gravità degli effetti del cambiamento climatico è ignorata da politici, scrittori e mezzi d’informazione.

Video

 

Foto della settimana

La nazionale italiana di calcio non si qualifica ai mondiali


Lascia un commento